lunedì 16 luglio 2007

LE MANI SULLA CITTA' / DA UN FILONE DELL'INCHIESTA "ARCA" UN FILO CHE PORTA ALL'ASSINDUSTRIA. LA DDA DI REGGIO INDAGA SU UN PRESUNTO CONTO SEGRETO

Gli ex presidenti di Assindustria reggina non si mostrano sorpresi dell'indagine della Dda che ipotizza una gestione allegra della Cassa edile (di cui sono componenti due degli arrestati nell'operazione Arca), con verbali falsificati e un misterioso conto corrente segreto da cui sarebbero partite prebende a sindacalisti e altri personaggi. I pezzi di CalabriaOra. Dalle dichiarazioni di Eduardo Lamberti Castronuovo, già alla guida dell'associazione, emerge che in passato le denunce circa le presunte irregolarità erano state sistematicamente neutralizzate, e che all'interno dell'organismo vi erano due diverse cordate di imprenditori, una più spregiudicata dell'altra.

Nessun commento:

Posta un commento