martedì 16 ottobre 2007

CALABRIA & MISTERI / MUORE BRUNO PICCOLO, UNO DEI DUE PENTITI DEL CASO FORTUGNO. "NESSUN SEGNO CHE CONTRADDICA L'IPOTESI DEL SUICIDIO"

Come in un giallo non ancora risolto, nel caso dell'omicidio Fortugno spunta un altro cadavere. Quello di Bruno Piccolo, 29 anni, trovato nella località delle Marche dove viveva sotto osservazione (qui una scheda dall'Ansa). Piccolo, assieme a Domenico Novella, era uno dei due pentiti dalle cui dichiarazioni hanno preso le mosse le indagini della procura. Secondo le informazioni ufficiali la tesi del suicidio sarebbe evidente, ma già dai primi commenti non si risparmiano gli interrogativi. (Alimentati dalle coincidenze: Fortugno ucciso il 16 ottobre 2005, alle primarie dell'Ulivo; la morte di Piccolo scoperta due anni esatti dopo, il 15 ottobre, a ridosso delle primarie del Pd). Comunque sia andata, è certo che da oggi il contesto del caso Fortugno diventa ancora più avvelenato e torbido. La reazione dell'onorevole Lumia: "Non si vuole la verità".
La cronaca del Corriere della Sera e un commento di Giovanni Bianconi. Un pezzo di Giuseppe Baldessarro su Repubblica riassume la storia di Piccolo. Il viceministro Minniti promette migliori tutele per chi collabora.
Intanto va avanti il processo in Corte d'Assise per la morte del vicepresidente del consiglio regionale. In questa pagina di CalabriaOra le novità dell'udienza e scenari da super-intrigo. Qui invece il punto sulle indagini a qualche giorno dal ritrovamento del corpo.

Nessun commento:

Posta un commento