domenica 13 maggio 2007

"METODI DEGNI PIU DELLA MAFIA CALABRESE CHE DEL PARTITO NAZIONALISTA BASCO". INAKI GERENABARRENA PRENDE LA NDRANGHETA A MISURA E SCATENA COMMENTI

In Spagna, una disputa interna al Partito Nazionalista Basco si è arricchita di una uscita piccata di Iñaki Gerenabarrena, dirigente dello stesso PNV: "Quello che è stato fatto al mio amico Jon Jáuregui è degno della mafia calabrese più che di Gipuzkoa (una delle province basche, ndr)". E apriti cielo. Tra i molti commenti alla vicenda, qui un editoriale sul Pais di Manuel Montero che traccia a grandi linee una descrizione della ndrangheta e ragiona sul gioco di significati impliciti nella disputa. Montero è docente di Storia contemporanea all'Università del Paese Basco.

Nessun commento:

Posta un commento